Gli Ordini

I Cinque Ordini (sarebbe meglio dire Quattro più Uno) sono organizzazioni che racchiudono maghi con punti di vista, obiettivi e interessi “simili”. Sono società strutturate che si occupano di istruire (iniziare) i nuovi maghi oltre che di portare avanti scopi a lungo (o lunghissimo) termine. Quattro di questi ordini (il Diamante) derivano da analoghi già presenti su Atlantide, mentre uno (il Libero Consiglio) è più recente e in più o meno aperta opposizione (di solito filosofica) con gli altri quattro su alcuni punti fondamentali.
Al di fuori degli Ordini esistono altre categorie: gli Apostati (non hanno un ordine per vari motivi), i Solitari (hanno perso la propria cabala e non intendono unirsi ad un’altra), i Folli, i Banishers (mi viene male tradurlo; sono maghi che danno la caccia ad altri maghi per i motivi più disperati) e infine i Veggenti del Trono (descritti in fondo alla pagina).
Di ogni ordine metto una breve descrizione e poi linko qualcosa di più ampio. Leggete ALMENO i riassunti e l’Ordine che leggete per intero.

FRECCIA ADAMANTINA
Guerrieri onorevoli che per tradizione si pongono in difesa degli altri Ordini. Non si tratta solo di guerrieri nel significato più diretto della parola: in generale, gli appartenenti della Freccia Adamantina sono uomini d’azione, che si tratti di combattere contro i mostri dell’Abisso o compete nelle sale riunioni di grandi aziende. Un’altra caratteristica importante è la tendenza a servire, che si tratti di una causa giusta, una persona ritenuta meritevole o un’organizzazione.
Adamantine Arrow

GUARDIANI DEL VELO
La magia è un segreto e deve rimanere tale. Atlantide era definita dalla sua umanità: i picchi di creatività e brillantezza, ma anche i difetti, rimanendo imperfetta. Secondo i Guardiani, la perfezione appartiene all’individuo, e ogni società è fallata di base, necessitando così di spie e assassini… un lavoro ingrato, che riceve solo odio e disprezzo.
L’Ordine è il più odiato, poichè il suo lavoro è quello di repressione di ciò che non è ortodosso, di ciò che è proibito (per buoni motivi) e potenzialmente pericoloso.
Guardians of the Veil

MYSTERIUM
La conoscenza è potere. La politica e le cospirazioni occulte sono interessanti, ma il vero obiettivo di un mago deve essere la conoscenza, lo svelare misteri arcani. All’interno dell’Ordine si raccolgono sia studiosi e maghi archetipici (reclusi solitari che compiono ricerche interminabili) sia archeologi d’assalto e avventurieri che cercano di liberare antichi artefatti e segreti dalle loro tombe di pietra, o più simbolicamente da antiche tradizioni e cicli mitici.
Mysterium

SCALA D’ARGENTO
Un tempo i maghi regnavano, e questo non va dimenticato. Non è stata l’arroganza a distruggere la Scala: si tratta solo di una parte della Menzogna, un ennesimo metodo che usano gli Esarchi per manipolare il Reame Caduto e imprigionare i maghi.
Fin da Atlantide, i membri dell’Ordine sono abituati a governare sui maghi. Atlantide in effetti è stata l’unica nazione di maghi, e se non erano propriamente quelli della Scala D’Argento a regnare, erano comunque quelli che mantenevano l’ordine: sacerdoti, visir, giudici. Ad oggi devono essere ringraziati per essere riusciti a tenere uniti i maghi, a riunirli dopo l’esilio che ha seguito la caduta di Atlantide e ad aver messo in piedi il sistema del Consilium, oltre ad aver codificato infinite interpretazioni dell’arte in un modo unifico che possa essere seguito da ogni mago.
Silver Ladder

LIBERO CONSIGLIO
Il Libero Consiglio sostiene che rimanere legati a tradizioni risalenti a millenni fa sia quantomeno anacronistico. Essi vedono la magia nella modernità: nazioni chiamano il fuoco dal cielo durante le guerre, parole viaggiano invisibili da New York a Jakarta su onde radio ed il mondo è pieno di sigilli e rune, per cui la gente è disposta a fare qualsiasi cosa, siano esse marche commerciali o bandiere.
Atlantide è un buon ideale, ma niente più di questo. Le vecchie tradizioni hanno lo stesso valore di quelle nuove, e qualsiasi metodo che abbia un minimo di significato può essere usato per richiamare il Reame Superno.
Il potere arcano non equivale alla saggezza; anche i più potenti maghi sono rimasti ciechi al passare del tempo e al cambiare della società umana. Ordini e cospirazioni per tenere alla larga i meno degni sono sbagliati perchè rispecchiano i metodi degli Esarchi e dei loro servi. Il Libero Consiglio afferma che l’umanità non debba degradarsi per lo studio della magia: la magia esiste e si muove velocemente; rimanere legati alle vecchie tradizioni vuol dire essere lasciati indietro.
Free Council

VEGGENTI DEL TRONO
Non sono affatto un ordine, ma se vogliamo il primo nemico degli Ordini. I Veggenti sono maghi che ritengono sia impossibile sfuggire alla Menzogna e opporsi agli Esarchi, e quindi decidono piuttosto di servirli nella speranza che, in futuro, anche loro possano Ascendere al fianco dei loro padroni.
In quanto servitori degli Esarchi sono nemici naturali di tutti gli altri maghi. Internamente sono divisi in Ministeri, che si occupano di vari ambiti, ognuno atto a controllare e tenere buoni i Dormienti (che sia finanza, religione o guerra). Tra loro i Ministeri si combattono anche apertamente (a differenza degli Ordini, che in generale collaborano).
Stare dalla parte degli Esarchi ha ovviamente i suoi vantaggi. Tra questi, il più palese è la possibilità di usare gli Urim Profani, artefatti Superni che permettono ai Veggenti di controllare in maniera assoluta e incontrastabile i Dormienti.

Gli Ordini

Rome of Darkness Valigaard